Serie A

Serie A: top e flop della 14^ giornata di campionato

Francesco Perna
04.12.2018 12:00
Anche in questo turno di Serie A, ci sono stati 5 pareggi che rappresentano il picco più alto in una giornata. In totale sono stati realizzati 29 gol.La 14^ giornata si è aperta al Mazza di Ferrara con il 2-2 tra Spal ed Empoli. Gli estensi non riescono più vincere. Contro i toscani, il punto conquistato, è comunque importante ai fini della classifica e visto anche l'inferiorità numerica per buona parte del match, vale tantissimo. Soltanto 2 punti nelle ultime 5 gare: peggio ha fatto soltanto il Genoa con un punto. Per Iachini è il terzo risultato utile; dopo le due vittorie casalinghe è arrivato il pareggio in trasferta. Ottime prestazioni per Caputo (7°gol) e Krunic. Al Franchi la Juve non si ferma e conquista la 13^ vittoria stagionale. Lontano da casa è arrivato l'ennesimo successo bianconero e non perde lontano dallo Stadium da 20 gare ed in totale sono 40 punti in classifica. Chiellini è tornato al gol dopo un digiuno di oltre due anni mentre Ronaldo è salito a 10 gol in campionato. Per la viola è la sesta gara senza vittoria. La Samp si sbarazza del Bologna e ritorna a fare bottino pieno dopo 5 giornate. Sugli scudi Quagliarella. L'attaccante campano con la doppietta messa a segno è giunto a quota 134 gol in Serie A, superando Altobelli e Pruzzo nella classifica all-time. Per Pippo Inzaghi e il suo Bologna è stata una disfatta ed ora la situazione è molto gravosa per l'ex tecnico del Venezia. Nel lunch match di San Siro, il Milan vince in rimonta contro il Parma e si porta al quarto posto. Inglese spaventa i rossoneri con il quarto gol di questa stagione, ma gli uomini d Gattuso ribaltano l'incontro grazie al bel gol di Cutrone e al rigore di Kessie. Nonostante le tante assenze per infortunio a cui si è aggiunta la squalifica di Higuain, il "diavolo" è riuscito a trovare risposte importanti e la classifica ora sorride. Il Torino dopo quasi due mesi di astinenza, ritrova il successo casalingo, battendo di misura il Genoa. Nonostante la superiorità numerica per il doppio giallo rimediato da Romulo, sono gli ospiti a portarsi in vantaggio con Kouame. Ma nel recupero della prima frazione, prima un gol stupendo di Ansaldi e poi un rigore trasformato da Belotti, regalano tre punti agli uomini di Mazzarri. Per i granata un successo che profuma d'Europa: in un solo colpo sono state superate la Roma, il Sassuolo e il Parma e visto le difficoltà delle rivali si può davvero sognare in grande. Per Juric ancora una sconfitta che compromette ulteriormente la situazione del tecnico croato e nel prossimo match contro la Spal potrebbe esserci l'ultima chiamata per l'ex allenatore del Crotone.Nessun gol tra Sassuolo e Udinese. Per i neroverdi, orfani di Boateng, è stata un'occasione sprecata per cercare di mantenere il sesto posto. Quarto punto conquistato da Nicola, che con il pari del Mapei Stadium, stacca leggermente le inseguitrici. Contro gli emiliani è arrivato il primo pareggio stagionale per i friulani che fino ad ora erano stati gli unici a non ottenere segni "X" in questo campionato. Il pari tra Frosinone e Cagliari, lascia l'amaro in bocca ai frusinati mentre rende felici i sardi. Al Benito Stirpe i padroni di casa dominano buona parte del match, ma la rete di Farias, che non segnava da un anno, distrugge i sogni dei ciociari. Un'occasione persa per la compagine di Longo che è ancora alla ricerca della prima vittoria interna in stagione e con i tre punti la classifica si sarebbe accorciata molto. Nell'aperitivo domenicale la Lazio non va oltre l'1-1 contro il Chievo. Per Simone Inzaghi è stato un passo falso molto pesante perché ha subito il sorpasso del Milan e perché solitamente contro le piccole i biancocelesti non perdono quasi mai punti. Terzo pareggio consecutivo per 1-1 per i romani che ora dovranno recuperare il terreno perso. Per Di Carlo ancora buone notizie dopo il punto del San Paolo; l'impresa della salvezza resta praticamente impossibile, ma vedere i clivensi lottare è comunque un buon segnale per il nostro calcio. Nel posticipo pari e spettacolo nel big-match di questa 14^ giornata. Le polemiche, i gol e le emozioni non sono mancate. All'Olimpico è stata una gara molto piacevole, tra due squadre che hanno cercato di portare a casa il bottino pieno. I segnali sono stati positivi per Di Francesco: nonostante la classifica resti comunque molto deficitaria la prestazione offerta è stata incoraggiante anche se il successo non è arrivato. Per i nerazzurri il punto conquistato rappresenta un buon risultato, ma il Milan ora, dista soltanto a quattro lunghezze. Nel monday night il Napoli sbanca l'Atleti Azzurri per 2-1. I partenopei ritornano al successo dopo lo stop contro il Chievo e rimangono a -8 dalla Juventus. L'uomo copertina è stato Milik: dopo pochi minuti dal suo ingresso, il polacco è riuscito a realizzare il gol vittoria e tiene ancora vive le sorti per la corsa scudetto.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Rocchi-Fabbri errore inspiegabile: netto il fallo da rigore su Zaniolo