Serie B

Serie B: il Lecce vince ed è secondo, successi esterni per Carpi e Cosenza

Salvatore Delle Donne
24.12.2018 16:48
Il Lecce approfitta dei pareggi di Brescia e Palermo e sale al secondo posto. Vittorie pesanti per Carpi e Cosenza, sorride anche la SalernitanaE' piena bagarre per le posizioni di vertice del campionato cadetto. Niente fuga per il Palermo: i rosanero, non vanno oltre il pareggio con lo Spezia e mancano l'occasione per allungare in vetta alla classifica. Al Picco termina 1-1, quattro pareggi nelle ultime cinque partite e undicesimo risultato utile consecutivo per la squadra di Stellone; per i liguri invece, un punto prezioso per restare a ridosso della zona play-off. Ne approfitta il Lecce, che al "Via del Mare" batte il Padova 3-2 e riconquista così il secondo posto in classifica, a -2 dai rosanero. Grande reazione dei salentini, che davanti al proprio pubblico tornano alla vittoria dopo la sconfitta della settimana scorsa. Il Padova è sempre più in difficolta, quarta sconfitta di fila, la nona stagionale e ultimo posto in classifica. Nell'anticipo del venerdì, il Brescia conquista solo un pari al "Del Duca" contro l'Ascoli. Le rondinelle non muoiono mai e così come successo contro il Lecce, trovano la rete dell'1-1 nei minuti di recupero. Un punto che consente agli uomini di Corini, di conquistare il quarto risultato utile consecutivo e di stanziarsi al terzo posto a soli tre punti dalla vetta. Per i marchigiani, un pareggio beffa che ferma la risalita verso la zona play-off. Si arresta dopo due vittorie consecutive la rincorsa del Verona di Fabio Grosso alle posizioni di vertice. Gli scaligeri, portano a casa un pareggio sofferto contro il Livorno, sicuramente più in partita. Al "Picchi" termina 0-0 e pareggio che sta stretto agli amaranto, rigenerati dalla cura Breda. Due pareggi e una vittoria nelle ultime tre gare, adesso la salvezza non è più un'utopia. Show del Benevento contro il Crotone. Al "Vigorito" partita a senso unico, la squadra di Bucchi fa suo il posticipo con un netto 3-0 e fa un bel balzo in classifica: i sanniti salgono al settimo posto a quota 26, a -4 dal Lecce secondo. Per Oddo niente da fare, il suo Crotone è sempre più in crisi, quattro sconfitte nelle ultime cinque gare e quart'ultimo posto con soli 13 punti. Non si ferma più il Carpi di Castori, che espugna lo "Zini" di Cremona 1-2. Gli emiliani conquistano un'altra vittoria esterna, la terza, e abbandonano per la prima volta dall'inizio del campionato la zona retrocessione. Per i lombardi sconfitta pesante (la seconda consecutiva dopo quella di Foggia), la classifica adesso sorride meno agli uomini di Rastelli, tredicesimi e a soli 4 punti dalla zona play-out. La seconda vittoria esterna di giornata, arriva a sorpresa dal "Penzo" di Venezia, dove il Cosenza vince 0-1 ed interrompe a nove la striscia di risultati utili della squadra di Zenga. Vittoria pesantissima per i calabresi, che salgono a quota 18 allontanandosi così dalla zona playout. Buona la prima di Gregucci sulla panchina della Salernitana. I granata vincono al fotofinish 1-0 contro il Foggia e rientrano così prepotentemente in zona playoff. L'ex vice di Mancini, alla terza parentesi a Salerno, interrompe una striscia di tre k.o. consecutivi. I pugliesi devono arrendersi nel finale e restano terz'ultimi a quota 12. Infine, gol e tante emozioni al "Tombolato" tra Cittadella e Perugia, una partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre e che termina con il punteggio di 2-2. Un pareggio che permette agli uomini di Venturato di restare sopra gli umbri, che invece restano attaccati al treno play-off ma sprecano l'occasione di portarsi a ridosso delle posizioni altissime della classifica.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Juve: a Bergamo Ronaldo partirà dalla panchina. Allegri opterà per il 4-3-3