Covid-19, Canada e Australia non manderanno i propri atleti a Tokio

Francesco Perna
23.03.2020 10:52
Il Comitato Olimpico Canadese ha annunciato in un comunicato che "non invierà le proprie squadre a Tokyo la prossima estate I comitati olimpici di Canada e Australia hanno fatto sapere che non parteciperanno alle Olimpiadi di Tokyo2020, se queste dovessero svolgersi regolarmente in estate, dopo che il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) si è dato un termine massimo di un mese per decidere come procedere con l’organizzazione, escludendo però la possibilità di un annullamento per la diffusione nel mondo del coronavirus. In un comunicato congiunto il Comitato Olimpico e quello paralimpico canadese hanno annunciato di "aver preso la difficile decisione di non mandare le proprie squadre ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 questa estate. "Il Coc e il Cpc invitano il Cio a rinviare al più presto le Olimpiadi di un anno. Nulla è più importante della salute e della sicurezza dei nostri atleti" L’Australia ha inoltre già comunicato ai suoi atleti di prepararsi all’eventualità che le Olimpiadi vengano posticipate di un anno. In precedenza il primo ministro giapponese Shinzo Abe aveva parlato apertamente, per la prima volta, di un rinvio. Finora, le Olimpiadi moderne non sono mai state posticipate o cancellate in tempo di pace. Furono cancellate invece le Olimpiadi che avrebbero dovuto tenersi durante la Seconda guerra mondiale: nel 1940 a Tokyo e nel 1944 a Londra. https://twitter.com/TeamCanada/status/1241901396149952512?s=20

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Formula 1, rinviato il Gran Premio di Baku a causa del Covid-19