Super Kravic non basta: la Virtus va ko a Pesaro

Marco Vigarani
26.11.2018 08:37
Sconfitta deludente per la Virtus che esce battuta dalla sfida contro Pesaro (89-86). Punter e Taylor tradiscono nonostante la grande prova di Kravic. Bene anche Aradori e MBayeLa trasferta di Pesaro si rivela una trappola per la Virtus che dopo cinque successi consecutivi finisce per incassare una sconfitta strana e difficile da digerire. La formazione di Galli infatti non è più forte di quella di Sacripanti e non ha goduto di prestazioni mostruose da un roster in pratica aggrappato soltanto a quattro giocatori. In realtà la sensazione è che siano stati i bianconeri ad essere incapaci di vincere una gara potenzialmente solo da controllare ma in cui non è mai riuscita la fuga decisiva anche a causa delle prestazioni sottotono di Punter e Taylor. Un avvio deciso di Pesaro con Artis e Blackmon non spaventa la Virtus che chiude subito le maglie difensive trovando punti anche dalla panchina riuscendo a riprendere e superare gli avversari indirizzando apparentemente la gara già al primo break (22-28). In pochi minuti di secondo quarto il vantaggio dei bianconeri raggiunge la doppa cifra guidati da un Kravic già evidentemente in giornata di grazia ma poi sono Taylor e Punter a rovinare tutto escludendosi di fatto dalla gara per problemi di falli. Dalla parte opposta Mockevicius si rivela una spina nel fianco in grado di tenere in partita Pesaro fino al -2 dell'intervallo lungo. Al rientro in campo arriva quasi subito il nuovo vantaggio dei padroni di casa sul 53-51 ma Aradori e MBaye tengono a bada le velleità dei marchigiani in una sfida ormai indirizzata sul perfetto equilibrio e con un punteggio insospettatamente elevato. Nella frazione decisiva però la Virtus resta praticamente aggrappata soltanto a Kravic visto che Taylor commette anche il quinto fallo, Punter sbaglia il tiro decisivo mentre dalla parte opposta McCree piazza la zampata decisiva per regalare la terza vittoria consecutiva a Pesaro. VICTORIA LIBERTAS PESARO – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 89-86 (22-28, 45-47; 65-67) VICTORIA LIBERTAS PESARO: Blackmon 19; McCree 24; Artis 17; Murray 2; Conti NE; Giunta NE; Ancellotti; Alessandrini; Monaldi 5; Shaskov; Zanotti 3; Mockevicius 19. All. Galli VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Punter 7; Pajola 2; Taylor 9; Baldi Rossi 2; Cappelletti 5; Kravic 22; Aradori 19; Berti NE; M’Baye 16; Cournooh; Qvale 4. All. Sacripanti

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Saputo ed il Silenzio dei Colpevoli: è un Bologna dalle doppie verità