Serie B

Serie B: il Crotone scavalca il Frosinone. Benevento forza quattro

Francesco Perna
10.03.2020 07:33
Non sono mancate le sorprese in questo turno di Serie B. Il Frosinone perde allo Stirpe contro la Cremonese e regala il secondo posto al CrotoneIl Frosinone cade in casa per mano di una Cremonese che si impone per due reti a zero. I grigiorossi ci provano subito in avvio con Ciofani e passano in vantaggio al 13' con Parigini che insacca di testa su cross di Valzania. Al 18' i padroni di casa cercano la reazione: Salvi si coordina e calcia col destro al volo. Migliore tocca con un braccio, poi interviene Ravagli: proteste dei padroni di casa, ma l'arbitro concede solo un corner. Al 29' ci prova Dionisi direttamente da punizione, Ravaglia c'è. Al 39' gli ospiti ci provano con Valzania, palla a lato. In avvio di ripresa, il raddoppio della Cremonese, con Castagnetti che al 5' beffa Bardi con un pallonetto dalla propria metà campo. All'8' il Frosinone resta in inferiorità numerica, quando Dionisi si lascia sfuggire una parola di troppo e rimedia il rosso. Nel finale, la Cremonese cerca il tris con Palombi, Bardi c'è . Poco dopo è la volta dei frusinati, ma Capuano non trova la porta di testa. Terza vittoria di fila per il Pordenone che può tornare a pensare alla promozione diretta: 2-0 in casa di un Cittadella un po' appannato che resta comunque in zona play off. I neroverdi si fanno vivi al 12' con la conclusione di Ciurria, Paleari riesce a neutralizzare. Il vantaggio dei friulani arriva al 17': Gavazzi dalla destra mette in mezzo per il colpo di testa di Barison, 0-1. I veneti, alla mezzora cercano la reazione ma il colpo di testa di Rosafio termina di poco a lato. Nella ripresa, la compagine di Tesser raddoppia su calcio di rigore, assegnato per un tocco di mano di Pavan in area e trasformato da Ciurria al 33'. Poi il Cittadella resta anche in 10 per il rosso a Branca, autore di un fallo di frustrazione. Pari e patta al Castellani tra Empoli e Trapani. Primo tempo piuttosto equilibrato con i siciliani che trovano la zampata nel finale. Al 45' Strandberg batte veloce una punizione, sorprendendo la difesa dei toscani: palla per Pettinari che batte Brignoli. In avvio di ripresa, Kastrati in grande spolvero con un doppio intervento su Mancuso. Al 19' grande occasione per i granata, Balkovec mura il tentativo di Dalmonte a un passo dalla porta. Alla mezzora annullata un'autorete a Sierralta, per un offside di Buongiorno. L'Empoli trova il pareggio al 42': corner di Ciciretti, colpo di testa sfortunato di Pagliarulo che batte il proprio portiere.Vittoria di misura del Perugia sulla Salernitana. Primo squillo degli umbri: Mazzocchi chiama Micai all'intervento al 4' da calcio di punizione. Al quarto d'ora, ancora Perugia: ci prova dapprima Nicolussi Caviglia (Micai respinge), poi Falcinelli, ma Billong salva tutto. Vantaggio del Perugia al 22': Di Chiara mette in mezzo, Melchiorri non controlla bene, ma c'è Mazzocchi che si avventa sul pallone e insacca. Nella ripresa, i campani ci provano subito con Dziczek da punizione, Vicario c'è, e poco dopo con Kiyine. Perugia pericoloso al 19' con Nicolussi Caviglia e al 24' con Di Chiara. Nel finale, al 40' Cicerelli ci prova direttamente da calcio di punizione, palla di poco a lato. Vittoria esterna del Crotone, sul campo del Venezia. Calabresi subito in vantaggio al 12': Molina lancia Benali che, con un tocco d'esterno batte Pomini, 0-1. Al 25' il Venezia ci prova con Casale, di testa, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, sfiora il palo. Due minuti dopo, il Crotone cerca la rete con Molina, ma salva tutto Marino che mette in calcio d'angolo. Raddoppio al 36': schema su punizione, Messias mette in mezzo e Marrone di testa insacca. In avvio di ripresa al 2' doppietta di Benali e tris del Crotone. I veneti cercano la reazione dapprima con Casale che mette fuori da ottima posizione, poi con Longo. Al 38' il Venezia trova la via della rete con Caligara, che ricevuta palla da Zigoni, lascia partire un bolide dai 25 metri che batte Cordaz. Al 42' ancora Longo si divora il 3-2. A Chiavari ottima prova della Virtus Entella, che si libera dell’Ascoli senza troppi problemi. La squadra di casa, infatti, dopo soli 22 minuti è già in vantaggio di tre reti. Ad aprire le marcature è Paolucci all’8’, cinque minuti dopo arriva il raddoppio di Poli; il 3-0 è firmato da De Luca su calcio di rigore. Con questo successo, i liguri si portano a due punti dalla zona playoff. Vittoria pesantissima della Juve Stabia, che batte una squadra in piena corsa playoff come lo Spezia, e si allontana dalle zone calde della classifica. I gialloblù passano in vantaggio al 24’ con la rete di Calò e sfiorano il raddoppio con Forte sempre nel primo tempo, che colpisce la traversa. Lo stesso attaccante però si rifà nella ripresa segnando il raddoppio, ma Ricci su rigore accorcia le distanze al 57’. Lo scatto decisivo è firmato da Bifulco che, subentrato dalla panchina, segna il gol del definitivo 3-1. La corsa inarrestabile del Benevento non conosce fermate. Anche il Pescara viene spazzato via dagli uomini di Inzaghi che, con un secco 4-0 si portano a un clamoroso +20 di vantaggio sul Crotone, attualmente al secondo posto. 69 punti, frutto di un percorso incredibile con 21 vittorie, 6 pareggi e 1 sola sconfitta. Il Chievo si assesta in zona playoff, il Cosenza resta pericolosamente in zona retrocessione al penultimo posto: è questo il verdetto del Bentegodi, che nel posticipo di Serie B del lunedì sera ha visto i veneti avere la meglio dei rossoblù. La gara si sblocca al 32’ il gol di Filip Djordjevic: un rimpallo favorisce Segre al limite dell'area, il pallone arriva all'attaccante che calcia a giro e batte Perina per la rete del vantaggio. Nel finale, i calabresi non trovano la via del pareggio e su una disattenzione difensiva il Chievo raddoppia: retropassaggio calibrato male di Legittimo, sul quale si avventa Meggiorini che anticipa il portiere, lo salta e segna il gol del definitivo 2-0.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Juventus-Inter: la probabile formazione dei bianconeri