Euro 2020

Austria, Arnautovic: "Italia da livello mondiale. Bonucci e Chiellini? Incredibili, ma non mi fanno paura"

Marko Arnautovic, protagonista con l'Austria in questi Europei, è intervenuto direttamente dal ritiro della Nazionale parlando della prossima sfida con l'Italia

Ludovica Carlucci
24.06.2021 20:00

Marko Arnautovic, protagonista con l'Austria in questi Europei, è intervenuto direttamente dal ritiro della Nazionale di Franco Foda, a pochi giorni dalla sfida con l'Italia negli ottavi di finale dell'Europeo. Queste le sue parole

Dopo la partita con l'Ucraina, non solo il CT era emozionato, ma anche alcuni di noi. L'Austria ha fatto la storia e vogliamo continuare così. Il nostro percorso potrebbe essere ancora più emozionante".

Si giocherà a Wembley, stadio in cui ha giocato con il West Ham.
"Tornare per una partita del genere e giocare a Wembley è ovviamente fantastico, ma non sei lì per fare una vacanza e vedere lo stadio, ma per vincere la partita. L'Italia? Sembra possa finire male quando ti dicono che nessuno gli segna da undici partite, ma a noi non deve importare. Dovremmo giocare il nostro calcio".

Ancora sugli Azzurri.
"Stiamo giocando contro una squadra eccezionale, di livello mondiale. Basta solo guardare dove stanno giocando i giocatori. L'allenatore è un allenatore di livello mondiale. Lo dimostrano in campo. Le statistiche dell'Italia dicono tutto. Ma è una partita, dura 90 minuti e non dobbiamo temere".

Su Chiellini e Bonucci.
"Quello che i due hanno ottenuto insieme e da quanto tempo giocano insieme è incredibile. Ma posso solo dire che non ho paura. Per noi è una partita molto, molto importante, non solo per me, ma anche per molti altri giocatori. Non importa se hai 20, 25 o 32 anni. Essere agli ottavi di finale in un torneo come questo è qualcosa di veramente grande per l'Austria e per noi giocatori. Non importa che età hai in questo momento."

Commenti

Dove vedere e quando esce La Casa di Carta 5, streaming gratis puntate e serie tv completa Netflix
Ziliani e l'ennesima frecciatina alla Juventus: "UEFA abolisce la regola dei gol in trasferta, la Juve chiede di andare ai rigori con Lione e Porto"