Liga

Messi attacca la Liga: "La clausola da 700 milioni non è più applicabile"

L'argentino del Barcellona ha risposto al comunicato del campionato spagnolo tramite un suo rappresentante

Gabriele Grimaldi
04.09.2020 15:11

E' guerra fredda tra Lionel Messi, il Barcellona e la Liga spagnola.

Il padre e rappresentante del giocatore argentino, Jorge Horacio Messi, ha pubblicato un comunicato in risposta alla nota pubblicata dalla Liga lo scorso 30 agosto, affermando che la clausola rescissoria da 700 milioni non sia più applicabile: "Non sappiamo quale contratto abbiano analizzato e quali siano le basi sulle quali concludano che il suddetto avrebbe una "clausola di rescissione" applicabile nel caso in cui il giocatore dovesse decidere di esercitare la clausola unilaterale per liberarsi, con effetto a partire dal termine della stagione 2019/2020. Ciò è dovuto a un evidente errore della Liga. Così come indica letteralmente la clausola 8.2.3.6 del contratto firmato dal giocatore col club: "questo indennizzo non si applicherà qualora la risoluzione del contratto per decisione unilaterale del giocatore abbia effetto a partire dal termine della stagione 2019/2020. E' ovvio quindi che la clausola di risoluzione da 700 milioni di euro non sia assolutamente applicabile".

 

Commenti

Serie A, maxi blitz contro la pirateria: chiuso il 90 % delle IPTV illegali. Cosa rischiano i trasgressori?
Nazionale, Bastoni ko: salta Bosnia e Olanda