Serie A

Juventus, Sarri prova il tutto per tutto per uscire dal vortice: Cuadrado il suo cambio di direzione

Giovanna Ivana Marcellino
13.02.2020 20:29
La Juventus contro il Milan nella gara di andata a di coppa Italia, cerca di ripartire dopo il Ko di Verona. Sarri intenzionato a restare fedele al suo 4-3-3. Higuaìn verso la panchina, Cuadrado nel tridente Non un periodo del tutto florido quello che Maurizio sarri sta vivendo sulla panchina della Juventus. Qualche delusione di troppo nell'ultimo periodo che sembrerebbe non destabilizzare più di tanto il tecnico toscano. A dispetto di quanto emerso fino ad oggi, voci attendibili parlano di un tête à tête tra Maurizio Sarri ed il Presidente Agnelli, nessun triangolo con Paratici per distendere il clima con un sereno confronto. Dopo la cena infrasettimanale, Sarri ha avuto il totale benestare del padrone di casa, che in primis lo ha voluto fortemente al comando dei bianconeri e, ad oggi, non ha intenzione di lasciarselo scappare. L'ambiente Juventus non è semplice da gestire, ma una volta scoperte le carte tra allenatore, Presidente e calciatori, ora conta la parola definitiva di Agnelli: devono assolutamente seguire il "Comandante", che al momento sembrerebbe aver perso la sua carica, ma in realtà non ha mai smesso di lavorare sodo per raggiungere gli obiettivi. Stasera un importante impegno lo vede coinvolto: portare la sua squadra alla vittoria! Dovrà farlo nella gara di andata di Coppa Italia contro il Milan, che, attualmente vive un periodo di rinascita ma non totale, dato l'ultimo pesante scivolone contro l'Inter. Sarri potrebbe sfruttare questi cali di lucidità e fare in modo che i suoi possano inserirsi tra le linee ed in spazi stretti, mantenendo anche una linea difensiva abbasta alta. Inizialmente pensava ad un 4-3-1-2 ed il suo dubbio si è protratto fino all'ultimo, quando con una domanda secca ha chiesto espressamente a Cuadrado la sua disponibilità, visto che era destinato ad un turno di riposo. Ad accendere la scintilla è stata la risposta, ma soprattutto l'entusiasmo con cui il colombiano ha mostrato la sua voglia e la sua disponibilità. Probabilmente sarri lo avrà colto come un "segno" e non ha più esitato nel presentare il suo consueto 4-3-3 con un Cuadrado che ritorna nel suo ruolo originale.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Le pagelle di Coppa Italia, Milan-Juventus: Rebic sblocca e Cristiano salva al 90’