Ricci e Gamble si presentano: "Qui per riportare in alto la Virtus"

Francesco Livorti
04.09.2019 15:18
La conferenza stampa di presentazione di Giampaolo Ricci e di Julian Gamble, nuovi volti della Virtus Segafredo Bologna targata 2019/2020 Ufficializzati da tempo, quest’oggi a Casa Virtus è giunto il momento di far conoscere, se ancora ce ne fosse bisogno, due dei nuovi tasselli della Segafredo che verrà: Giampaolo Ricci, arrivato ad un centimetro dal disputare il Mondiale in Cina con la casacca azzurra, e Julian Gamble, tra le altre ex ASVEL Lyon-Villeurbanne e Nanterre 92.Il primo a prendere parola è l’ala grande classe '91 Ricci: "Sono contento di essere in una piazza di livello come questa. Indossare l’uniforme bianconera è un privilegio. Tale occasione l’ho colta al volo; adoro mettermi in gioco ed alzare il grado di responsabilità. Militare in EuroCup è l’ambizione di tutti i giovani italiani. È la mia terza stagione in Serie A; sono consapevole dei miei limiti, bensì so di avere altrettanti margini di miglioramento. Il team ha voglia di lavorare sodo: le prime impressioni con il gruppo sono super. L’imperativo è sbucciarsi le ginocchia per trionfare: desideriamo affermarci in tutte le competizioni. Contro la Fortitudo ammettiamo solo un risultato, il successo. Modelli di vita? Dirk Nowitzki e Kevin Garnett in NBA, nel panorama nostrano Nicolò Melli e Danilo Gallinari". Poi è il turno dell’americano Gamble: "Sono un leader difensivo; pronto a mettermi al servizio della comitiva. Per onorare al meglio il nome, la storia e il futuro del club, gli obiettivi sono alti. Sono un centro, ma posso ricoprire vari ruoli. Apprezzo il basket tattico. Derby? È uno scontro di sostanza vitale: vogliamo far gioire i supporters e la città. Duellare al fianco di Teodosic è un piacere; Milos è un esempio per tutti i bambini che si affacciano alla pallacanestro. Mi ispiro alla maestosa mentalità di Koby Bryant". Intanto il play serbo Milos Teodosic sta continuando a lavorare all’Isokinetic con costanti terapie e non è esclusa la sua presenza al Memorial Porelli del 20 settembre contro Fenerbahce. Il numero 44 ha smesso di utilizzare il tutore al piede sinistro; adopererà un plantare ad hoc consigliato dallo staff medico petroniano. Inoltre, la Fiera di Bologna ospiterà, non solo la stracittadina a Natale e il match con l’Olimpia Milano previsto per il 29 dicembre, ma altresì la gara con Treviso del 10 novembre. Il teatro dell’EuroCup sarà invece il PalaDozza. Un altro elemento emerso in data odierna è che attualmente sono 1700 gli abbonati che hanno sottoscritto la tessera anche per la quota rosa delle Vu Nere.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Mizuno Beach Volley Marathon 2019: torna il torneo più grande al mondo