Serie A

Serie A: top e flop della 26^ giornata di campionato

Francesco Perna
04.03.2019 18:56
La Juve chiude la pratica scudetto vincendo a Napoli. In coda vittoria fondamentale per l'Udinese contro il Bologna che rischia la permanenza in Serie A.La 26^ giornata si è aperta venerdì con l'incredibile successo del Cagliari contro l'Inter. Piove sul bagnato in casa nerazzurra, che oltre a dover gestire il sempre più complicato caso Icardi, adesso inizia anche a dover fare i conti con una classifica non più tanto brillante. I sardi non vincevano un match di Serie A contro i milanesi da ottobre 2016 (2-1 esterno) quattro sconfitte da allora, prima di questa vittoria. Ivan Perisic ha tagliato il traguardo delle 150 presenze con la maglia dell’Inter, mentre Kwadwo Asamoah ha giocato la sua 250^ partita in Serie A; infine è stata la 100^ gara nel massimo campionato italiano per Milan Skriniar. Show al Castellani: il Parma passa tre volte in vantaggio e per tre volte si fa recuperare da un Empoli volitivo. Gli emiliani non riescono a uscire dal periodo nero degli ultimi due mesi (l’ultima vittoria risale al 19 gennaio scorso). Punto invece che potrebbe risultare preziosissimo per i toscani in chiave salvezza anche se gli azzurri non hanno mai trovato il successo nelle ultime sei sfide di Serie A contro squadre neopromosse (3 pareggi, 3 sconfitte) dopo aver vinto tutte le tre precedenti. Con nove reti realizzate, Gervinho ha eguagliato la sua stagione più prolifica in Italia (al pari del campionato 2013/14 con la maglia della Roma). Vittoria sofferta per il Milan, che supera di misura il Sassuolo e scavalca l'Inter in classifica: la squadra di Gattuso (50^panchina con i rossoneri) è ora al terzo posto a +1 sui nerazzurri. L’ultima volta che il diavolo si è trovato al terzo posto nel girone di ritorno risaliva all’ultima giornata del campionato 2012/13. Per i neroverdi 3^ sconfitta nelle ultime 5 gare mentre Calabria ha raggiunto le 50 presenze in Serie A. La Lazio batte 3-0 la Roma e rilancia la sue ambizioni in ottica Champions League, mentre i giallorossi perdono l'occasione per agganciare l'Inter al 4° posto; ora c'è il Porto, crocevia fondamentale, perché in caso di eliminazione la panchina di Di Francesco diventerebbe più bollente che mai. I biancocelesti hanno vinto un derby con tre gol di scarto per la seconda volta nella storia della competizione, dopo il successo per 3-0 nel dicembre 2006. 455° gettone per Daniele De Rossi nel massimo campionato, che supera Sergio Pellissier e diventa il giocatore più presente nella competizione tra quelli attualmente in attività nel massimo campionato italiano. Anche il Torino ha battuto 3-0 il Chievo in casa e prosegue la sua corsa verso l'Europa. Granata da record in difesa: sei partite senza subire gol con Sirigu che supera il primato di imbattibilità di Luciano Castellini di 517' a 557'. Era dal marzo del 1984 che il Toro non vinceva cinque partite di fila in un singolo campionato di davanti al proprio pubblico. Terzo gol in stagione per Rincón, che ha festeggiato la 150^ presenza in A.Il Genoa non riesce a sfondare il muro alzato dal Frosinone e a Marassi, viene bloccato sul pareggio a reti bianche. Uno 0-0 che serve a poco a entrambe le squadre, anche se i laziali, rimasti in dieci dal 34' del primo tempo per il rosso diretto a Cassata, portano a casa un punto comunque utile alla rincorsa salvezza. I liguri non perdono da sei turni (2 vittorie e 4 pareggi): è la striscia di imbattibilità più lunga dal 2014, quando le gare consecutive senza subire sconfitte furono addirittura nove. 5 dei 7 clean sheet dei frusinati in questo campionato sono arrivati in trasferta. La Sampdoria batte 2-1 la Spal e continua la rincorsa all'Europa League. L'uomo copertina al Mazza è ancora una volta Fabio Quagliarella: per lui una doppietta che lo proietta in testa alla classifica marcatori al pari di Ronaldo con 19 gol. L'attaccante campano è il secondo giocatore della storia della Samp in grado di segnare almeno 19 gol in due stagioni di Serie A consecutive: il primo e unico prima di lui fu Montella (1996/97 e 1997/98). Kurtic ha partecipato attivamente a 6 degli ultimi 12 gol della SPAL (4 reti e 2 assist). L'Udinese fa suo lo scontro salvezza contro il Bologna. La squadra di Nicola sale così a 25 punti e scavalca la Spal allungando sul terz'ultimo posto, sempre dei felsinei, a 18 punti. Per Mihajlovic ancora una buona partita che però non muove la classifica dopo le sconfitte con Juventus e Roma. I friulani non segnavano due gol in una gara da dicembre, contro il Cagliari e per la prima volta in questo campionato hanno vinto due partite consecutive. I rossoblu hanno vinto soltanto una delle ultime 19 partite in questo torneo. Colpo grosso dell'Atalanta che all'Atleti Azzurri d'Italia batte 3-1 in rimonta la Fiorentina e resta aggrappata al treno per l'Europa League, replicando a Samp, Toro e Lazio. Prima vittoria dei bergamaschi contro i viola da aprile 2012: da allora gli orobici avevano collezionato quattro pareggi e nove sconfitte. I gigliati non perdevano in campionato dalla gara contro il Parma del 26 dicembre (2 vittorie e 5 pareggi) e l’ultima sconfitta in trasferta risaliva a quella in casa della Lazio ad ottobre. Nel posticipo della 26^ giornata, la Juventus vince a Napoli e ipoteca l'ottavo scudetto consecutivo; al San Paolo finisce 2-1 per i bianconeri. I campioni d'Italia hanno stabilito il proprio record di imbattibilità esterna: 26 trasferte consecutive senza sconfitte ed è la squadra che ha segnato di più su sviluppo di calcio piazzato in questo campionato (19 gol).  Insigne ha sbagliato due dei sette rigori calciati in A contro i torinesi. Cinque espulsioni per gli azzurri in questo campionato, che non ricevevano più rossi in una singola stagione dal 2014/15 (6).

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Torino, il Chievo vale per i record: adesso l'Europa passa da Frosinone