Virtus Bologna e Macron ancora insieme fino al 2025

Francesco Livorti
01.07.2019 20:24
Accordo fino al 2025 tra Virtus e Macron, certezze sullo staff dirigenziale, dilemmi sulla sessione trasferimenti e conferma del basket femminile bianconeroLa Virtus Segafredo Bologna e Macron hanno annunciato nel corso della mattinata odierna presso Casa Virtus il rinnovo della partnership tecnica fino al 2025. "Quello tra le V nere e Macron è un rapporto più che consolidato, un vero programma che, ogni anno, si esprime nella realizzazione di una linea di abbigliamento e prodotti esclusivi, dedicati alla squadra e ai suoi tifosi. A caratterizzare i nuovi capi della Segafredo sarà la nuova icona del brand emiliano: Macron Hero, il logo che simboleggia in modo ancora più efficace la gioia alla fine della sfida e il raggiungimento di un traguardo. Il marchio ben rappresenta lo spirito che anima i bianconeri: dinamismo, velocità, ma anche fatica e passione". Queste sono state le dichiarazioni di Gianluca Pavanello, Ceo di Macron. Presente alla conferenza stampa era altresì il Consigliere di Amministrazione di Virtus Pallacanestro, Luca Baraldi: "Siamo soddisfatti di aver prolungato l’accordo con la crew petroniana. Il prossimo anno ci sarà la creazione della sezione femminile della Virtus Bologna: aver dato ad un gruppo di ragazze la possibilità di militare in A1 credo sia un gesto sociale molto forte che noi facciamo per il territorio felsineo. Sono convinto che il PalaDozza possa riempirsi pure per tale team. Desideriamo onorare Basket City. A metà luglio aprirà la campagna abbonamenti: le tariffe non saranno all’insegna degli aumenti. Vogliamo gratificare i supporters. Il Settore Giovanile deve essere improntato con qualità. Sondiamo la possibilità di altre società satellite. Nell'organigramma del nuovo CDA sussisteranno delle deroghe di gestione: Nicola Gualandi sarà il consulente del club, e il dottor Giuseppe Sermasi il presidente. Mercato? Cercheremo di fare un roster migliore rispetto a quello della passata stagione. Aradori, Baldi Rossi, Pajola e Cournooh sono i vecchi punti di partenza. Deadline? Verso la metà di luglio ci sarà qualche novità di rilievo. Arriverà un Top player. Con Teodosic allestiamo un contatto quotidiano; le qualità del cestista non si discutono, necessitiamo di risposte motivazionali che sposino il progetto. Obiettivo dell’annata 19/20? La qualificazione ai playoff e andare più avanti possibile in EuroCup. Il trofeo Porelli si disputerà al Madison di piazza Azzarita il 20 settembre contro il Fenerbahce". Inoltre, Meo Sacchetti, coach della Nazionale italiana, ha inserito nella "long list" Aradori e Ricci tra i 24 convocati in previsione dei Mondiali 2019 in Cina.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Svincolati 2019 in Europa: Rabiot la stella, Balotelli la tentazione