Criscitiello
Serie A

Criscitiello duro: "Roma-Juventus? Sintesi della mediocrità. Mourinho e Allegri due grandi bluff"

Il direttore di Sportitalia commenta il big match dell'Olimpico e non risparmia frecciatine ai due allenatori

Giuseppe Biscotti
10.01.2022 09:58

Nel classico editoriale del lunedì su Tuttomercatoweb, il direttore Michele Criscitiello non è tenero nei confronti di Roma e Juventus: “è stata la gara emblema della mediocrità dove si affrontavano due allenatori tra i più grandi bluff di questa stagione. Uno era in tribuna, Allegri, l'altro invece con la sua sagoma in panchina. Ci siamo divertiti con Roma-Juventus. Anche tanto. Il divertimento, però, non sempre equivale al bel gioco e allo spettacolo”.

LEGGI ANCHE: Sconcerti, che attacco a Zhang: "Con i soldi di Hakimi e Lukaku non ha pagato nessun debito. Inter in perenne deficit"

Criscitiello sottolinea: “Anzi. Mourinho ha confermato quello che con i miei occhi avevo visto tre giorni prima a San Siro. Mourinho è la più grande delusione degli ultimi anni del calcio italiano. E' lì per nome e curriculum, per il resto riesce solo a fare cinema nelle conferenze stampa ma di gioco non c'è neanche un accenno. A dicembre ho messo 4 a Mourinho e i romanisti si sono indignati. Questo non lo capisco. Per molto meno i tifosi della Roma facevano le rivoluzioni, a Mou viene concessa una American Express illimitata. Puoi strisciare quanto vuoi che non finisce mai il credito. Invece Mourinho non è una American Express ma una prepagata quasi scaduta. Ha perso con tutte le big, con Juve e Milan si è fatto due giri di giostra, ha pareggiato solo con il Napoli, vinto solo a Bergamo e fatto figuracce storiche nell'Europa di serie C.”.

LEGGI ANCHE: Chi vincerà lo scudetto? La classifica finale della Serie A 2021/22 secondo l'algoritmo americano

Il direttore di Sportitalia conclude: "Addirittura ieri ha perso in casa con una piccola Juve, con doppio vantaggio. Juve piccola perché vince grazie ai singoli, alla reazione ma non si è visto nulla contro una Roma che a Milano ha preso 3 gol (potevano essere 6 tra due traverse colpite e un rigore sbagliato) e ieri altri 4. Allegri deve cambiare registro ma ad essere sinceri è la società che deve aiutarlo. Gennaio è troppo importante per non intervenire subito. Questa squadra ha bisogno di un uomo in mezzo al campo e un attaccante vero. Solo con queste due mosse la Juve potrà avere l'ambizione di chiudere tra le prime 4 e di andare avanti in Champions".

Dove vedere Incastrati? Streaming gratis Netflix, Disney Plus o Amazon Prime? La serie di Ficarra e Picone
Bassetti contrario: "Riduzione capienza stadi? Decisione cervellotica e senza logica"