Serie A

Platini: “Io e Dybala siamo diversi. Penso che l’Avvocato l’avrebbe apprezzato”

L’ex giocatore della Juve ha rilasciato un’ intervista esclusiva ai microfoni de La Gazzetta dello Sport

Simone Biancofiore
15.07.2020 09:31

 

Michel Platini (ph. Zimbio)

 

Le parole di Michel Platini su Paulo Dybala: “Avvocato non c’è più, non posso fargli dire cose che magari non penserebbe. Però sì... se gli era piaciuto Sivori, penso che avrebbe apprezzato oltremodo Dybala. L’argentino è bravissimo in campo ed è un ragazzo dalla faccia pulita. Sembra proprio una bella persona”.

Sui numeri e le statistiche: “Interessante. Le cifre sono una cosa, ma siamo diversi. Evito sempre i paragoni ma posso dire che è messo sicuramente meglio di me in una cosa: ha 40 anni di meno...”

Sulle caratteristiche dell’argentino: “Non che lo abbia visto tante volte, ma quando lo seguo mi piace, fa sempre belle cose. Dalla corsa, dal dribbling, dai movimenti, io sono Platini e lui è Sivorì, direi”

Sul suo ruolo: “È più attaccante? Decisamente. È una punta, possono farlo giocare dove vogliono, gira a tutto campo, ma resta una punta. E segna anche abbastanza. Io ero un centrocampista che faceva tanti gol, un uomo squadra che trascinava. Più di lui. Non che non lo faccia, ma è un attaccante. Da quanto è alla Juve? È arrivato giovane ma sta crescendo”

Su Cristiano: “Ma Ronaldo è così e non può essere messo in discussione. Ci mancherebbe. È un grandissimo fuoriclasse che risolve le partite, che vince e gioca ad altissimo livello da tempo. Stanno bene assieme”

 

Commenti

OptaPaolo – L’Atalanta è una macchina da guerra. Per Gosens numeri da attaccante
Inter, priorità Kanté. I nerazzurri pronti a sacrificare un top-player