Serie A

Serie A: top e flop della 10^ giornata di Serie A

Francesco Perna
30.10.2018 10:30
La Juve vince e allunga a + 6 sul Napoli che nel posticipo ha pareggiato contro la Roma. Trentadue gol realizzati in questa decima giornata di Serie ACome nella seconda giornata ci sono stati 32 gol, che rappresentano il numero massimo di reti segnate in un turno in questo primo quarto di stagione. La Juventus grazie alla doppietta di Ronaldo sbanca il Castellani e ritorna al successo dopo il mezzo passo falso contro il Genoa. La vittoria ottenuta è stata più difficile del previsto. Merito di un Empoli ben messo in campo da Andrazzoli. I toscani erano riusciti a chiudere il primo tempo in vantaggio grazie alla rete di Caputo. Ma nella ripresa i campioni d'Italia cambiano marcia e tutto è diventato un po' più semplice quando Cristiano Ronaldo è salito in cattedra. Il portoghese dapprima sigla il pareggio su un rigore molto discusso ai danni di Dybala e poi realizza una rete capolavoro con un tiro di interno collo che batte un incolpevole Provedel. Tre punti che riportano il Napoli a -6. I partenopei incappano in un pareggio contro una Roma di Di Francesco molto attenta. I giallorossi gesticono il vantaggio di El Shaarawy fino al 90', prima di arrendersi a Mertens, a segno per la terza gara consecutiva tra campionato e Champions League. Per Ancelotti bicchiere mezzo pieno per come è arrivato il punto ma il tecnico ex Milan non può essere pienamente soddisfatto poiché la sua squadra ha creato molto senza concretizzare le varie occasioni avute. Il pareggio del San Paolo ha reso felice non solo la truppa di Allegri ma anche le milanesi. Nel monday night l'Inter doma nettamente la Lazio e si porta al secondo posto in classifica a pari merito con il Napoli a 22 punti. La doppietta di Icardi e la rete di Brozovic regalano a Spalletti la quinta vittoria consecutiva. Una squadra in salute capace di sovrastare una Lazio ancora una volta troppo piccola con le grandi. I nerazzurri sembrano essere più consapevoli dei propri mezzi e si candidano ad un ruolo da protagonista in questa stagione.Domenica il diavolo è tornato al successo in un match ricco di emozioni a San Siro. Gattuso cambia modulo inserendo nel 4-4-2 Cutrone al posto di un Calhanoglu in crisi d'identità in questa prima parte di campionato. Il classe '98 non delude la fiducia del tecnico e confeziona prima il gol del vantaggio e successivamente l'assist per il pareggio di Higuain. Per il sorpasso ci pensa Suso che grazie ad un gol dei suoi regala tre punti fondamentali per il futuro prossimo. Mercoledì infatti nel recupero contro il Genoa ci sarà la prova del nove da non sbagliare: la vittoria vorrebbe dire quarto posto. Il pareggio tra Torino e Fiorentina serve a poco a entrambe. Mazzarri e Pioli si devono accontentare e devono pensare a come far ritornare al gol i loro bomber. Belotti e Simeone stanno vivendo un periodo non facile in fase realizzativa e le loro squadre ne risentono parecchio. Chi invece sta vivendo un periodo felice è l'Atalanta. Due vittorie consecutive per i bergamaschi ed ora la classifica per i nerazzurri si fa più interessante. Nel 3-0 contro il Parma sono stati protagonisti i due difensori di Gasperini, Palomino e Mancini. Il Bologna per la seconda volta consecutiva pareggia per 2-2. Ma se contro i granata è arrivato in rimonta, quello contro il Sassuolo invece sa di amaro perché per due volte gli emiliani si erano portati avanti ma il rigore nel finale di Boateng fissa in parità la sfida. Stesso risultato a Marassi dove Genoa e Udinese pareggiano in un match molto emozionante. La notizia è che Piatek non è andato a segno per la seconda volta consecutiva, ovvero da quando si è insediato Juric sulla panchina ligure. Per Velazquez sospiro di sollievo dopo 4 sconfitte consecutive. Sugli scudi ancora una volta De Paul autore di un gol ed un assist. Per Ventura secondo ko di fila contro il Cagliari dell'ex Maran. A segno nuovamente di testa Pavoletti e l'altro ex della gara Castro. Inutile per i clivensi il gol di Stepinski. Longo salva la panchina con la prima e sorprendente vittoria di questo campionato arrivata in casa della Spal. Il netto 3-0 è stata frutto di una prestazione convincente contro una diretta concorrente. Un successo che alza il morale in casa frusinate e rilancia le speranze salvezza dei laziali.

Commenti

Calciomercato Bologna, due difensori sul taccuino di Sabatini
Netto il fallo di Calabresi, ottima la direzione di Mazzoleni a Genova