Serie A

Serie A, l'Atalanta espugna il Tardini 1-2: Malinovskiy e Gomez ribaltano il Parma

I bergamaschi, sotto di un gol all'intervallo, ribaltano il punteggio nella ripresa grazie a Malinovskiy e una magia del Papu

Salvatore Delle Donne
28.07.2020 21:16

I giocatori nerazzurri festeggiano dopo il gol (p. Twitter Atalanta BC. Official)

Al Tardini l'Atalanta batte il Parma e scavalca l'Inter. Nella prima frazione di gioco gli uomini di Gasperini soffrono l'aggressività dei padroni di casa, i quali dominano e creano tanto, al cospetto di una Dea mai così in difficoltà. Gli ospiti faticano a contenere le discese di Gervinho e Kulusevski:  lo svedese al 14' colpisce il palo con un sinistro a giro. Anche Gollini ha il suo bel da fare, e in più di una circostanza tiene a galla i suoi. Il forcing dei gialloblu viene però premiato a ridosso del duplice fischio, quando Kulusevski realizza il più classico dei gol dell'ex dopo una bella percussione di Gervinho. Nella ripresa è tutta un'altra storia, l'Atalanta non pervenuta nei primi 45', entra con un altro piglio. L'ingresso in campo di Muriel dà vivacità alla manovra offensiva nerazzurra e il Parma è costretto a rintanarsi nella propria metà campo. Nel giro di due minuti prima Muriel poi Zapata sfiorano il gol senza però inquadrare lo specchio della porta. Il pari arriva poco dopo grazie ad una punizione magistrale di Malinovskyi, il quale buca la barriera e batte l'incolpevole Sepe. Nel finale, il match sembra non sbloccarsi dal punteggio di parità, serve una prodezza del Papu Gomez per portare a casa il bottino pieno: il diez irride Kurtic con un tunnel e piazza la palla in buca d'angolo alla sinistra del portiere gialloblu, il quale nulla può sulla conclusione dell'argentino. I ducali, dopo aver dominato il primo tempo, non ci stanno e si riversano in avanti alla ricerca del pari: nei minuti di recupero Dermaku calcia a colpo sicuro ma è provvidenziale sulla linea il salvataggio di Hateboer che sigilla il 2-1 finale. Dea momentaneamente al secondo posto in classifica 

Commenti

Rugby, il 6 Nazioni diventerà 8 Nazioni: nel 2020 ci saranno anche Giappone e Fiji
Giuntoli cauto su Osimhen: "Vedremo nei prossimi giorni..."