Serie A

Juventus, Sarri: "Difficile spiegare i cali di concentrazione dei miei. Dobbiamo vincere le prossime tre gare"

Maurizio Sarri non si dà pace per gli eccessivi cali di concentrazione della Juventus

Tiziano De Santis
16.07.2020 00:57

Maurizio Sarri, tecnico della Juventus (Zimbio)

Soddisfatto a metà per il rendimento della sua squadra, Maurizio Sarri ha spiegato il periodo dei suoi a Sky Sport al termine del match contro il Sassuolo: "Facciamo fatica ad avere continuità fisica e mentale. È qualcosa che succede a tutte le squadre escluse rare eccezioni, è difficile da capire perché abbiamo momenti buonissimi e altri di passività. Abbiamo fatto fatica, poi col trequartista i neroverdi venivano a giocarci dentro. Ci sono passati tanti palloni dentro. I nostri laterali nei 30' hanno difeso bene in avanti, è un qualcosa che va e viene, bisogna applicarsi in maniera costante a livello mentale per evitare momenti di down. A tratti il mio team ti dà la sensazione di avere un gran potenziale, a volte ti lascia perplesso per la facilità che hanno gli avversari nel giocare. Il tutto sta nel diventare più equilibrati mantenendo le potenzialità. Scudetto? Un obiettivo ha due possibilità, o lo centri o non lo centri. Noi dobbiamo fare 9 punti nelle prossime tre partite, le probabilità lasciano il tempo che trovano. Chiellini? Ha avuto un indurimento al polpaccio, ha chiesto il cambio dopo 20' ma poi lo abbiamo portato fino alla fine del primo tempo. Forse era un po' presto buttarlo dentro, ma non avevamo Bonucci a disposizione, ci faceva comodo un giocatore di personalità".

Commenti

Edicola IPG: le prime pagine dei quotidiani del 16 luglio
Lecce, Liverani: "Dispiace aver steso il tappeto rosso alla Viola. La partita col Genoa sarà fondamentale"